+39 0522 820200

info@emilianascovoli.it

Scovoli speciali

Richiedi lo scovolo perfetto per le tue esigenze.
Noi lo realizziamo per te!

Gli scovoli sono spazzole costituite da un filamento bloccato tra due fili metallici attorcigliati tra loro.
Ne risulta una spazzola a forma di elica (scovolo a ELICA SEMPLICE).

Se lo scovolo va montato su un’apparecchiatura meccanica, generalmente il gambo metallico viene tranciato da entrambi i lati. Se invece l’uso è manuale, da un lato si lascia una parte di gambo libero da filamento per essere utilizzato come manico, generalmente terminante con anello circolare oppure si salda un manichetto in plastica.

L’estremità dello scovolo può essere ripiegata, realizzando un piccolo ventaglio di filamenti detto “punta a ventaglio” che serve per evitare che il filo tranciato danneggi le parti da lavorare. A questo fine si può realizzare anche una “punta chiusa” con anellino terminale o con il materiale che la riempie fino all’estremità. Quando è richiesta una particolare robustezza, lo scovolo può essere costruito con quattro fili di tenuta, che può montare un attacco filettato M12.

La caratteristica principale degli scovoli è il piccolo diametro del nucleo, che li rende insostituibili per la pulizia interna di tubi, canalette e interstizi di difficile accesso. Inoltre si può sfruttare la loro flessibilità per la pulizia di superfici curve.

I materiali e le misure dello scovolo sono adattabili in base all’utilizzo previsto per lo strumento.

Vai al modulo di richiesta

Tabella dei materiali

I materiali e le misure dello scovolo sono adattabili in base all’utilizzo previsto per lo strumento. La giusta combinazione può dar vita allo strumento ideale per te: scopri qui sotto le potenzialità di ogni materiale.

Nylon 6.6

Temperatura massima di esercizio: 120°C per uso permanente, -170°C per uso breve

Temperatura minima di esercizio: -40°C

Carico di rottura a trazione: 70-90 N/mmq

Resistenza elettrica: 1015 Ohm*cm

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]:

Uso prevalente: Materiale flessibile, resistente ad alte temperature e ai prodotti chimici.

PPL

Temperatura massima di esercizio: 100°C

Temperatura minima di esercizio: 0°C

Carico di rottura a trazione: 32 N/mmq

Resistenza elettrica: 10^16 Ohm*cm

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]:

Uso prevalente: Materiale con buona resistenza meccanica agli alcali e agli acidi lo rendono particolarmente indicato per l’utilizzo nell’industria chimica.

PVC

Temperatura massima di esercizio: 60°C

Temperatura minima di esercizio: 0°C

Carico di rottura a trazione: 55 N/mmq

Resistenza elettrica: 10^13 Ohm*cm

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]:

Uso prevalente: Materiale con buoni valori di resistenza meccanica, elevata inerzia chimica anche in presenza di ossidanti come l’acido nitrico. Ha scarso assorbimento di umidità ed è resistente al fuoco grazie alla componente di cloruro.

Acciaio AR

Temperatura massima di esercizio: 300°C

Temperatura minima di esercizio: -30°C

Carico di rottura a trazione: 1900 N/mmq

Resistenza elettrica: 0,142 Ohm/mm2*m

Resistenza Chimica: scarsa

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Pulitura e satinatura metalli duri.

Acciaio temperato

Temperatura massima di esercizio: 350°C

Temperatura minima di esercizio: -30°C

Carico di rottura a trazione: 2200 N/mmq

Resistenza elettrica: 0,142 Ohm/mm2*m

Resistenza Chimica: scarsa

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Raschiatura meccanica profonda.

Acciaio inox

Temperatura massima di esercizio: 450°C

Temperatura minima di esercizio: -40°C

Carico di rottura a trazione: 2200 N/mmq

Resistenza elettrica: 0,7 Ohm/mm2*m

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]:

Uso prevalente: Alimentare, ambiente umido o aggressivo.

Ottone

Temperatura massima di esercizio: 170°C

Temperatura minima di esercizio: -30°C

Carico di rottura a trazione: 900 N/mmq

Resistenza elettrica: 0,063 Ohm/mm2*m

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Trattamento non aggressivo dei metalli.

Bronzo fosforoso

Temperatura massima di esercizio: 170°C

Temperatura minima di esercizio: -30°C

Carico di rottura a trazione: 950 N/mmq

Resistenza elettrica: 0,07 Ohm/mm2*m

Resistenza Chimica: buona

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Trattamento non aggressivo dei metalli, ambiente chimicamente aggressivo.

Crine di cavallo

Temperatura massima di esercizio: 150°C

Temperatura minima di esercizio: -150°C

Carico di rottura a trazione:

Resistenza elettrica:

Resistenza Chimica: scarsa

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Alte temperature e superfici delicate.

Setole di maiale

Temperatura massima di esercizio: 150°C

Temperatura minima di esercizio: -150°C

Carico di rottura a trazione:

Resistenza elettrica:

Resistenza Chimica: scarsa

FDA [per uso alimentare conforme alla norma Food and Drug Administration (USA) – solo temperatura ambiente]: no

Uso prevalente: Alte temperature, azione più incisiva rispetto al crine.

Cotone

Peso specifico: 1,4-1,5 g/cm3

Tasso di ripresa: Relativamente basso, intorno all’8,5%; il lino intorno al 12%

Tenacità: a secco 3-5 g/dtex, a umido 120-130 g/dtex

Allungamento a rottura: a secco 3-7%, a umido 110-120%

Recupero elastico: Per un allungamento del 2 % = 70 %. Risulta essere un materiale relativamente anelastico

Comportamento al calore: Fino a 100°C non subisce alterazioni,
120°C mantenuto per molte ore ingiallisce.
150°C diventa bruno perché iniziano a decomporsi le molecole di cellulosa per opera del vapore d’acqua.
200°C carbonizza completamente

Comportamento alla fiamma: Brucia facilmente con una fiamma viva e rilasciando un odore di carta bruciata. Lascia una cenere non troppo voluminosa e facilmente polverizzabile

Proprietà elettriche: Fibra antistatica

Igroscopicità: Assorbe bene l’umidità, la quantità d’acqua che può trattenere varia secondo la lavorazione che ha subito la fibra

Richiesta scovoli speciali

Materiali

Misure scovolo

Specifiche dell'ordine

Dati referente

Accetto la Privacy Policy


Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound